La camicia perfetta
La camicia è un vero cult del guardaroba maschile, fa...

La camicia è un vero cult del guardaroba maschile, fa subito ordine e dona immediatamente un tocco di stile. Indispensabile per chi lavora in ufficio e per l’uomo d’affari, è diventata un capo sempre più comune, da indossare per un everyday style attento e raffinato.

Il confezionamento della camicia segue i canoni dell’alta sartoria: un buon prodotto non ingoffa, ma veste con grazia le forme dell’uomo. I tessuti sono pregiati e vanno dal cotone, fine e setoso, al lino (più in voga l’estate), per poi declinarsi anche nella seta (ideale per occasioni di estrema eleganza). Il modello canonico ha due pince sul retro.

Tra le varianti più diffuse c’è quella classica completamente bianca, colorata in tina unita o a righe: le fantasie estrose ed eccentriche sono categoricamente bandite.

Come riconoscere la camicia perfetta?

Ci sono tanti dettagli minuziosi che rendono perfetta una camicia, tra questi:

  • il collo: è una componente fondamentale che va scelta con cura, sempre proporzionato alla forma del volto e alla corporatura. Le due punte sul davanti sono chiamate vele.
  • I polsi: devono sporgere massimo due centimetri dalla giacca e richiedono una stiratura perfetta.

 

La nota di stile 

Se siete stanchi della classica camicia bianca, optate per microfantasie sobrie e discrete. Tra le tendenze di questa stagione ci sono anche le righe a contrasto con il colletto: una moda dal tocco british. In questo caso, però, assicuratevi che le righe continuino dalla spalla sulle maniche con la massima precisione.

 

Pochi consigli per uno stile perfetto: pronti a scegliere la vostra camicia Domenico Tagliente?